Categoria: Recensioni

Il terrorismo nelle lettere di Mario Perniola

di Gily Reda

Luperini o Fofi o Perniola

Gerusalem! Pietra su pietra non c’è restata

È il nulla che opponete alla Coca Cola

Pier Paolo Pasolini in Nuovi Argomenti

Lo cita Perniola in Del terrorismo come una delle belle arti. Storiette, Milano, Mimesis 2016: i versi, francamente, mi erano sfuggiti. In coda al libro, come il libro è in coda alla sua vita, suona come un congedo con sberleffo, si direbbe, alla Arlecchino, o fu un ritorno di verità? Non solo di sincerità, perché non lo ha mai abbandonato, gli donò lo stile fluente del grande conversatore, come Voltaire. Un grande, che ha potuto coronare nella sua vita i suoi sogni. Continue reading “Il terrorismo nelle lettere di Mario Perniola”

Antonio Sarubbi: il salotto di Via Vittoria Colonna

di Redazione

Il libro postumo di Antonio Sarubbi è stato presentato il 4 luglio al Premio Napoli nella sede di Palazzo Reale. Si sono avvicendati nel discorso Domenico Ciruzzi, Presidente della Fondazione, il preside della Facoltà di Scienza Politiche in cui il prof. Sarubbi per tanti anni insegnò Dottrine politiche, Clementina Gily, autrice di volumi e saggi sui filosofi politici di cui occupava Sarubbi, Berardino Impegno, filosofo e politico di lungo corso, Marisa Tortorelli Ghidini, che dirige l’Associazione Lucana Giustino Fortunato – il saluto del Rettore Manfredi è giunto gradito alla sala affollata nonostante il pomeriggio afoso di molte persone ben conosciute in città. Chiediamo perciò al ns. Dir. Responsabile, C. Gily Reda qualche notizia sul libro…

GF Recensioni redazione Antonio Sarubbi – il salotto di Via Vittoria Colonna

 

Ernesto Paolozzi e l’Estetica di Croce

di Gily Reda

 

Ernesto Paolozzi, L’Estetica di Benedetto Croce, Guida, Napoli 2017

“Riepilogando, sono tre almeno i significati fondamentali da con­ferire alla posizione crociana: l’arte è universale perché è un’attività trascendentale, ossia comune sostanzialmente e non solo empirica­mente a tutti gli uomini; perché rende oggettive le intuizioni soggettive ed individuali attraverso la rappresentazione; perché in ogni singola rappresentazione si avverte l’intero dramma dell’universo sub specie intuitionis” cioè si conosce attraverso il sentimento, il senso delle cose…

GF RECENSIONI Ernesto Paolozzi e l’Estetica di Croce

La cura di sé – Foucault (1)

di Redazione
Paul-Michel Foucault (Poitiers, 15 ottobre 1926 – Parigi, 2 giugno 1984)
Paul-Michel Foucault (Poitiers, 15 ottobre 1926 – Parigi, 2 giugno 1984)

Vi sono due vie del pensare a sé: in Socrate la più celebre, il gnoti seautonconosci te stesso, iscrizione del Tempio di Delfi. L’intento era di guidare l’orientamento personale nella morale e nel sapere. Stava insieme ad altre due frasi: niente di troppo ed epimeleia heautou, prenditi cura di te. Continue reading “La cura di sé – Foucault (1)”

Rivoluzione: intanto, dire di no a tutto

Peter McPhee: Robespierre una vita rivoluzionaria
Il saggiatore 2015 (2012)

di Gily Reda

Giunge opportuna la traduzione di questo libro su Robespierre, che tra l’altro ci ricorda come ne sia riabilitata la sua figura solo con Lefebvre, alla metà del secolo scorso. A Robespierre si associa in automatico il periodo del Terrore della Rivoluzione francese, gli anni 1793-4: ma la frase le systeme de la Terreur nacque il 10 Termidoro – e la ghigliottina continuò.

Continue reading “Rivoluzione: intanto, dire di no a tutto”