Categoria: Iconografia

La mostra “Il corpo dell’idea”. Un viaggio fra i testi antichi e le opere di Giambattista Vico e Giacomo Leopardi

di Rossella D’Antonio

Gli autografi de L’infinito e de La Ginestra

Tutto è materiale della nostra mente e facoltà. Intelletto non potrebbe niente senza la favella, perché la parola è quasi il corpo dell’idea più astratto. Giacomo Leopardi. Zibaldone

Che la prima Scienza da doversi apparare sia la mitologia, ovvero l’interpretazione delle favole, perché, come si vedrà,tutte le storie gentilesche hanno favolosi principj, e che le favole furono le prime storie delle nazioni gentili[…] Giambattista Vico. Scienza Nuova.

La mostra, conclusasi a luglio al Palazzo reale di Napoli, è parsa come il giusto approdo di diversi anni di studio da parte del Centro nazionale di studi leopardiani di Recanati e l’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno del CNR di Napoli. L’accordo è sorto col preciso intento di studiare e approfondire le relazioni esistenti tra il pensiero di Giambattista Vico e quello di Giacomo Leopardi, sia in ambito filosofico che letterario. Il progetto è stato pensato come attuazione della celebrazione per il 350° anniversario della nascita di Giambattista Vico (già celebrato durante tutto il corso del 2018) e il bicentenario dell’Infinito di Leopardi, la cui prima versione risale al 1819…
PDF

Gli Assiri in mostra al Museo Archeologico di Napoli

di Rossella D’Antonio

Quest’estate al Museo Archeologico di Napoli una splendida mostra ‘GLI ASSIRI ALL’OMBRA DEL VESUVIO’ curata da Paolo Giulierini, direttore del museo archeologico di Napoli e Simonetta Graziani ha incantato un pubblico internazionale di grandi e bambini. Il progetto scientifico, promosso dal MANN e dall’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, ha selezionato oltre quarantacinque reperti, provenienti, tra l’altro, da British Museum, Ashmolean Museum, Musei Vaticani, Museo Barracco, Musei Civici di Como e Musei Reali di Torino: fulcro dell’allestimento, i calchi ottocenteschi, appartenenti alle collezioni del MANN e non esposti da molti anni.

Continue reading “Gli Assiri in mostra al Museo Archeologico di Napoli”

Ancora immagini dalla mostra su Caravaggio

di Rossella D’Antonio

Caravaggio, il Battista
Caravaggio, il Battista

A conclusione degli articoli sulla mostra di Caravaggio, ancora una vetrina di immagini nel PDF

Nello Petrucci: Over the Sky

di Lara Caccia

Che cosa può accomunare Napoli a New York? Ognuno potrebbe rispondere in tanti modi trovando collegamenti inerenti all’arte, alla musica, all’emigrazione ecc. Ma anche, così come è stato presentato nel testo di apertura del catalogo Nello Petrucci. Over the sky, dal curatore Marcello Francolini, il parallelo 41! Continue reading “Nello Petrucci: Over the Sky”

Il senso del sacro II ed. – Mostra collettiva

di Rossella D’Antonio

Nell’ambito delle celebrazioni per la festa patronale di Napoli dedicata a San Gennaro, giunge alla seconda edizione, fino al 20 ottobre 2019, nel refettorio della Chiesa di San Domenico Maggiore la mostra il “Senso del Sacro”. L’evento è promosso dall’arcidiocesi di Napoli e dall’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli. Sessanta artisti che espongono altrettante opere, insieme nel cammino per rinnovare l’intesa tra arte e Chiesa, in una espressione di un linguaggio che racconta all’uomo ciò che i suoi occhi da soli spesso non sanno vedere; un linguaggio che apre il cuore dell’uomo a una verità che la ragione da sola non sa cogliere. Continue reading “Il senso del sacro II ed. – Mostra collettiva”

Mostra del Caravaggio a Napoli (2)

di Rossella D’Antonio

SALOMÈ CON LA TESTA DEL BATTISTA CONSERVATA A MADRID

La tela fu verosimilmente acquistata dal viceré spagnolo García de Avellaneda y Haro conte di Castrillo nella metà del Seicento. Sia questa versione che la successiva ebbero molto seguito fra i pittori napoletani che ne furono suggestionati per la composizione stilistica e l’uso dei colori.

La Salomè conservata a Madrid presenta una predominanza del colore rosso con il manto voluttuoso della giovane donna, il rosso è ancora presente nella tavolozza del pittore nelle opere realizzate nel primo periodo napoletano, per poi scemare successivamente lasciando il posto a colori più cupi. La scena ritratta è quella dell’attimo dopo in cui tutto è già compiuto, la testa del Battista è sul piatto retto da Salomè che distoglie leggermente lo sguardo. Un fascio di luce investe da sinistra verso destra Salomè e la testa del Battista, in secondo piano sfiora la vecchia che osserva tristemente la scena e il boia che è quasi di schiena e ha il corpo torto mentre ripone la spada nel fodero. Continue reading “Mostra del Caravaggio a Napoli (2)”

Mostra del Caravaggio a Napoli

di Rossella D’Antonio

Museo di Capodimonte (Sala Causa) Via Miano 2, Napoli . Telefono 081 7499111

 Biglietto: 14,00 euro solo per la mostra Caravaggio Napoli / 15,00 euro mostra più museo, ridotto 11 euro per i possessori del biglietto del Pio Monte della Misericordia. Acquistabile anche online https://www.coopculture.it

 Aperto tutti i giorni, dalle 8.30 alle 19.30

http://www.museocapodimonte.beniculturali.it

Cappella e quadreria Pio Monte della Misericordia, Via dei Tribunali 253, Napoli Telefono 081 44 69 44 / 73

Biglietto intero 7 euro, ridotto 5 euro per chi possiede il biglietto della mostra Caravaggio Napoli del Museo di Capodimonte. Acquistabile anche online http://www.piomontedellamisericordia.it

Aperto dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 18.00 – domenica dalle 9.00 alle 14.30

L’Assessorato alla cultura del Comune di Napoli ha istituito gratuitamente una navetta per trasportare i visitatori durante i fine settimana di mostra, mentre una navetta Citysightseeing farà da collegamento tra Capodimonte e il Pio Monte della Misericordia tutti i giorni dal lunedì alla domenica.

 

La mostra è allestita in due sedi: il Museo di Capodimonte e il Pio Monte della Misericordia. L’idea iniziale di collocarla al solo Museo di Capodimonte è sfumata a causa del parere negativo del Ministro Bonisoli e dei tecnici MIBAC, i quali hanno negato il prestito della formidabile tela ‘Le sette opere di Misericordia’ conservate al Pio Monte della Misericordia, a causa della fragilità dell’opera. Tuttavia proprio questo “sdoppiamento” dell’esposizione giova per una visita anche alla formidabile quadreria di Via dei Tribunali.

A 15 anni esatti dall’ultima mostra su Caravaggio ospitata a Napoli, tra l’altro proprio nel Museo di Capodimonte, ecco che la città omaggia di nuovo un artista che ebbe con Napoli un rapporto breve, ma vivido, intenso e tormentato allo stesso tempo. Così come sono tormentati gli ultimi anni della sua vita e della sua produzione, che proprio nella città partenopea deve la realizzazione delle sue ultime e drammaticissime opere. Continue reading “Mostra del Caravaggio a Napoli”

Un’immagine, mille storie. Good Kill

di Vincenzo Curion

Il cinema di guerra è un filone molto variegato e complesso, dove non sempre il taglio dato al racconto premia. Raccontare la guerra non è per nulla semplice, perché narrando si assume su di sé il gravoso compito di giustificare ogni caduto dall’una e dall’altra parte, ingenerando, nell’opinione pubblica, sentimenti pro e contro le scelte portate avanti dai governi e dai capi di Stato. Per secoli, narrare guerre ha significato confrontarsi con la polvere dei campi di battaglia, il sangue dei feriti, i pianti e la disperazione di parenti e amici delle vittime che erano sopravvissuti alla morte dei loro cari. Ha significato testimoniare il coraggio di chi si sacrifica nella battaglia, provando a trasferire, a chilometri di distanza, quel colore e quell’energia che si condensano in vivide incancellabili scene. Continue reading “Un’immagine, mille storie. Good Kill”

La Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta

di Rossella D’Antonio

La Basilica, fondata nel 525 d.C. secolo dal Vescovo Pomponio, è stata la prima chiesa di Napoli ad essere dedicata alla Madonna e venne chiamata Pietrasanta perché all’interno veniva custodita una pietra con sopra incisa una croce, che baciandola procurava sollievo e perdono dai peccati, secondo sacre leggende.

La chiesa è situata nel centro storico di Napoli, in via dei Tribunali (il decumano maggiore della città a pianta ippodamea), lì dove un tempo sorgeva in epoca romana un maestoso tempio dedicato alla dea Diana, i cui resti sono ancora visibili all’interno e all’esterno della cripta.

Una leggenda narra che prima che sorgesse l’attuale chiesa, nel tempio di Diana e nelle strade vicine, si aggirasse un diavolo travestito da maiale che terrorizzava i passanti con il suo spaventoso grugnito. Il Vescovo Pomponio pregò la Vergine, che gli apparve in sogno, chiedendogli di andare nel luogo infestato dal demonio, cercare un panno di colore celeste, scavare una buca fino a quando non avesse trovato una pietra di marmo e proprio in quel punto avrebbe dovuto erigere una chiesa a cui si aggiunse poi il monumentale campanile. Continue reading “La Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta”