Tag: Anna Irene Cesarano

Le ricerche di EU Kids online Italia (2)

Dimensione usi e consumi, competenze d’uso

di Anna Irene Cesarano

I devices mobili rivoluzionano l’ecosistema mediale, espandendo significativamente le coordinate spazio-temporali della vita digitale dei teenagers, anche se la camera resta il luogo per eccellenza scelto dai ragazzi per avere accesso alla rete, nonostante il moltiplicarsi delle situazioni e occasioni per accedervi. Infatti vi sono dei vincoli e delle limitazioni di natura tecnologica, economica e sociale, soprattutto per i ragazzi più piccoli, che condizionano l’accesso ad Internet in ogni momento e luogo (Ivi, p. 63). Per quello che concerne il punto di vista dell’accesso e degli usi, dai dati emerge che il 51% degli intervistati utilizza ancora il laptop per connettersi alla Rete, mentre il 42% dei giovani italiani usa lo smartphone quotidianamente e il 45% lo possiede. La diffusione dei devices mobili, quindi, sarebbe accompagnata da una pervasiva privatizzazione dell’esperienza online, lo smartphone si classifica come il device su cui i teenagers hanno un potere più personale e quello che hanno più probabilità di possedere o avere in uso esclusivo (Ibidem). Continue reading “Le ricerche di EU Kids online Italia (2)”

Genealogie del soggetto moderno. Matrici della soggettività nella sociologia classica

di Anna Irene Cesarano

Secondo incontro del ciclo di seminari nell’ambito del dottorato di ricerca AMBITI DI INTERAZIONE E INTEGRAZIONE TRA LE SCIENZE UMANE E LE TECNOLOGIE AVANZATE. HUMANITIES AND TECHNOLOGIES: AN INTEGRATE RESEARCH PATH

Un tema caro alle scienze sociali, quello della soggettività, dell’identità, viene affrontato in un vivace dibattito tenutosi al Suor Orsola Benincasa il 18 Marzo da Emiliano Bevilacqua. Lo studioso partendo da un’accurata analisi della teoria smithiana, ne presenta aspetti inediti alquanto originali, ma altrettanto trascurati del pensiero del più grande economista scozzese del Settecento. Continue reading “Genealogie del soggetto moderno. Matrici della soggettività nella sociologia classica”

Bambini e tecnologie: le ricerche di EU Kids Online

di Anna Irene Cesarano

EU Kids Online è un network di ricerca coordinato da Sonia Livingstone e Leslie Haddon finanziato dalla Commissione Europea che, incentra le sue indagini e analisi sul rapporto tra bambini e tecnologie online. Nell’indagine vengono coinvolti 21 paesi europei, tra cui anche l’Italia, il contesto d’analisi si articola e si struttura sul livello individuale centrato sul bambino…

GF FE Cesarano Bambini e tecnologie, le ricerche di EU Kids Online

It’s complicated: la vita sociale degli adolescenti del web

di Anna Irene Cesarano

It’s complicated: la vita sociale degli adolescenti del web, libro di Danah Boyd del 2014, presenta le ricerche dell’autrice, tra gli studiosi più accreditati in questo settore, e costituisce un tentativo di descrivere e spiegare la vita in rete degli adolescenti a chi si occupa di loro ovvero genitori, insegnanti, giornalisti, politici (Boyd, 2014). Dunque la studiosa sarebbe guidata da un preciso intento, di sfatare falsi miti e vecchi pregiudizi che aleggiano sulle considerazioni da parte degli adulti sulla vita online dei ragazzi, mostrando d’altro canto la loro consapevolezza nelle interazioni e nel funzionamento dei social network…

GF Formazione Cesarano It’s complicated; la vita sociale degli adolescenti del web

Women Pride. Sanremo: Barbie, Rosa, Viva la Mamma. Femminismo oggi?

di Anna Irene Cesarano

La performance del festival di Sanremo di Michelle Hunziker, accompagnata da donne salite sul palco in un’ improbabile scenetta sul ridicolo. Lei con abitino rosa che ricordava tanto la Barbie bionda in voga tra le bambine di ieri e di oggi, ci riporta alla mente un tema, dibattuto sì, ma ancora non veramente compreso…

W NN Cesarano Women Pride. Sanremo – Barbie, Rosa, Viva la Mamma. Femminismo oggi

FRIENDSICKENESS – mal d’amicizia e social network

di Anna Irene Cesarano

La socializzazione digitale presuppone la presenza di una “connessione con gli altri”, un ampliamento e un arricchimento del proprio reticolo sociale, e secondo Bauman (2008) sarebbe proprio l’attuale clima di incertezza a spingere le persone a crearsi nuovi e più solidi legami attraverso l’utilizzo delle moderne tecnologie della comunicazione. Ma la ricerca di un legame più forte, non tiene conto del fatto che essi per loro stessa natura sono privi di rapporti di sangue e dunque sono legami “freddi”. Ognuno nell’utilizzare i social network ha la tendenza, come prima azione, di riformare e “traghettare” digitalmente i gli affetti e i legami che già possiede: familiari, amici, colleghi, compagni di scuola o anche nuove conoscenze di altri spazi digitali. Secondo diversi studi in merito, l’attività principale sui social media è costituita dalla ricerca di vecchi e nuovi amici, ma anche dei propri conoscenti, mentre appare meno evidente la tendenza ad usare i social media come strumenti per la propria vita sentimentale (De Notaris, 2013). Continue reading “FRIENDSICKENESS – mal d’amicizia e social network”