Tag: Redazione

Il Graal al Maschio Angioino e il Segreto del Sole

EVENTO: 20 giugno Inaugurazione della mostra “Santo Graal storia, mito e leggenda” Sala Vesevi ore 11

di Redazione

Come fosse un viaggio alla ricerca della verità, finalmente scovata. Da giovedì 20 a domenica 30 giugno, al Maschio Angioino di Napoli in Sala “Vesevi”, arriva la mostra “Santo Graal: storia, mito e leggenda”, curata dall’associazione Itinerari Video Interattivi e patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.

Contatti: info@projectivi.it; cell. 3483976244

W Redazione Il Graal al Maschio Angioino e il Segreto del Sole

I Madonnari si riuniscono per la festa di San Pasquale Baylonne

di Redazione

Festa per il Concorso dei Madonnari a Nocera Superiore di cui pubblichiamo qualche foto nel PDF allegato

Il lavoro con NOCERA dell’anno scorso, con il primo piano dato all’Istituto Comprensivo che è riuscito a coinvolgere tutti i suoi plessi nel parlare a scuola del sacro, coi più piccoli con la partecipazione con disegni e canti e storie alle processioni, e coi più grandi con visite di studio ai monumenti ed alle narrazioni della storia del territorio, ha stabilito un’amicizia che porta i docenti a inviare foto delle tante manifestazioni che nel territorio campano celebrano il sacro nella vita delle comunità. A questo appartiene anche la festa San Pasquale Baylonne, protettore delle donne. Nell’occasione a Nocera Superiore si celebra il concorso dei Madonnari, un’arte di strada estemporanea al massimo, che sa coinvolgere nella vita nomade di chi la pratica tutta l’ingenua volontà di rappresentare a modo proprio i sentimenti della vita.

W Redazione I Madonnari si riuniscono per la festa di San Pasquale Baylonne

Mitra a Santa Maria Capua Vetere

Un’occasione da non perdere, anche dopo l’inaugurazione. Santa Maria Capua Vetere, sede di uno splendido anfiteatro che entusiasma come gli altri numerosi della Campania, offre questa mostra di Mitra come occasione di visite e scampagnate alla ricerca dei tanti tesori nascosti dell’Italia meridionale. Dopo aver guidato i turisti allo scoperta dell’Appia, qualche mese fa.

Il pensiero degli archeologi è fantasia estrema e insieme scienza attentamente determinata, in un percorso più intrecciato che in altre attività di ricerca. Sa ricostruire dai sogni più avventurosi una realtà storica impossibile da indagare con altro sistema dell’analogia e della coerenza interna: indovinare come si gioca un gioco è impossibile se non si trovano le regole; conoscere una lingua antica si può solo se una stele ce ne dà una lettura. Dove tutto ciò non c’è, dove solo cocci e forme tracciate a stento restano di una antica mente poetica: allora la sola salvezza dell’antico si affida alla fantasia di un archeologo, disse John Ruskin, uno degli scopritori della Britannia Romana, donando agli uomini di oggi il fascino dei tempi dell’aurora.

W Redazione Mitra a Santa Maria Capua Vetere

Il “Leonardo” e Bergson

di Redazione

Il “Leonardo” uscì dal gennaio 1903 all’agosto 1907, con periodicità irregolare, per complessivi 25 fascicoli. In occasione del centenario del primo numero è comparsa su internet una rivista, E-Leonardo, contenente un articolo di Antonio D’Amicis che la Redazione riproduce per dare pubblicità alla nuova rivista ed all’antica: 

Un «giornale assolutamente necessario»: il Leonardo 1903-1907

Ogni volta che una generazione s’affaccia alla terrazza della vita pare che la sinfonia del mondo debba attaccare un tempo nuovo. Sogni, speranze, piani di attacco, estasi delle scoperte, scalate, sfide, superbie – e un giornale. […] questo giornale assolutamente necessario che dev’esser come lo stiramento de’ muscoli di un prigione appena desto e disciolto, come il primo canto spiegato di una bocca che dovette fin’oggi mormorare soltanto; questo giornale che doveva essere, che voleva essere e poteva essere la prima vendetta di tutte le malinconie, lo sfogo invocato di tutti gli sdegni, l’arma di tutte le sfide, il diario dei nostri sogni, la cartuccia delle troppo attese demolizioni, il getto e lo zampillo arcobalenante dei pensieri più temerari – questo famoso giornale finalmente si fece.

G. Papini, Un uomo finito

E’ il 4 gennaio 1903 – Papini compirà 22 anni tra pochi giorni, Prezzolini è un anno più giovane – e il primo numero del Leonardo è pronto. Per cinque anni, la rivista presenterà filosofi e idee provocando polemiche e suscitando dibattiti, porterà la filosofia fuori «dai circoli ristretti dei competenti» senza mai sottrarsi al confronto – secondo le parole del suo fondatore – «[con] nessuno di coloro che l’hanno lett[a]», per finire ‘assassinata’ dal proprio stesso fondatore con la motivazione paradossale del troppo successo. Continue reading “Il “Leonardo” e Bergson”

Le meraviglie del 3D inventano le materie dell’arte

di Redazione

Apprendiamo da Focus del gennaio 2019 dei lavori di ricostruzione in 3D in atto ormai nei siti dei mondi devastati dalle guerre, che possono ridiventare visibili attraverso le meraviglie della tecnica. Aleppo, Palmira e tante altre zone di guerra devastate dai nemici della civilizzazione non solo occidentale, sono già all’opera meritoria quanto stupefacente.

“Con uno scanner laser della Leica, il team di CyArk ha “registrato” in 3D la piramide di Quetzalcoatl, a Teotihuacan (Messico). Dai dati ricavati con questo e altri metodi si ottiene una “nuvola di punti” (a destra, la piramide e un fregio), che rappresenta la geometria di una struttura e si usa per poi creare modelli 3D. Utilizzando i droni vengono scattate foto dall’alto, documentando anche i punti meno accessibili di un edificio. I templi di Bagan sono una delle meraviglie d’Oriente… nel maggio 2016 a Bagan era arrivata una squadra di CyArk, organizzazione Usa che da anni realizza scansioni tridimensionali dei monumenti più importanti del mondo, usando foto ad altissima risoluzione, droni e scanner laser… poco dopo, nell’agosto del 2016, un violento terremoto ha colpito la zona, danneggiando centinaia di templi. Così il team è tornato subito dopo il sisma, questa volta per condurre rilevamenti d’emergenza su 7 importanti templi. «Dal nostro lavoro a Bagan», spiega John Ristevski, amministratore delegato di CyArk, «abbiamo creato disegni architettonici utili per il restauro dell’Ananda Ok Kyaung, tempio scelto dall’Unesco per un pro-getto pilota di ripristino dei monumenti danneggiati dal sisma del 2016; dai rilevamenti abbiamo ottenuto un modello 3D estremamente realistico, da cui è stato possibile ricavare “sezioni” utilizzate dagli ingegneri che hanno messo a punto la strategia per il ripristino» “. Continue reading “Le meraviglie del 3D inventano le materie dell’arte”

Napoli ricorda Giordano Bruno: Napoli e l’Europa

L’evento Giordano Bruno: Napoli e l’Europa nella chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli lo scorso 16 febbraio 2019 in occasione dell’anniversario del rogo di Giordano Bruno (17 febbraio 1600) ha contribuito alla fruizione e valorizzazione della Chiesa di Sant’Aniello a Caponapoli nell’ambito della collaborazione offerta da Legambiente Campania al Rettore del prezioso bene monumentale, d’intesa con il Vicario della Cultura della Curia Arcivescovile di Napoli. Lo stato del monumento è sempre in miglioramento: nuove opere vengono restituite alla chiesa e i manufatti inamovibili restaurati. Il tempo è passato in modo costruttivo dallo stato di totale degrado di oltre 30 anni fa, come testimoniano le foto presenti nella chiesa. Anche più in basso, sulle rampe Maria Longo, si ritrovano le antiche mura di Napoli. Continue reading “Napoli ricorda Giordano Bruno: Napoli e l’Europa”