Categoria: Tesi di Laurea

Nel 2018 trecentocinquant’anni dalla nascita di Giambattista Vico – Il mito in Vico

Napoli e Campania Maze ne parlano ancora

Maria Paola Varricchio

Il mito in Vico

“Vico è il rivoluzionario che, mettendo da parte il concetto di verisimile e intendendo in modo nuovo la fantasia penetrò la vera natura della poesia e dell’arte, e scoperse, per cosi dire, la scienza estetica”

(B.Croce, Estetica p.242)

Il ruolo di padre dell’estetica viene solitamente attribuito ad Alexander Gottlieb Baumgarten, filosofo tedesco che per primo adottò il termine estetica nella storia della filosofia, riferendolo alla conoscenza sensibile e alla teoria del bello e delle arti liberali; a B. è attribuita la stesura di un opera dal titolo Estetica, del 1735. Secondo Croce il ruolo spetterebbe, invece, a Gianbattista Vico. Continue reading “Nel 2018 trecentocinquant’anni dalla nascita di Giambattista Vico – Il mito in Vico”

Nel 2018 trecentocinquant’anni dalla nascita di Giambattista Vico – II mito in Gian Battista Vico

Napoli e Campania Maze ne parlano ancora

Ivana Vacca

II mito in Gian Battista Vico

La speculazione vichiana trae origine dalla critica al cartesianesimo e alla cultura accademica, dogmatica e scolastica ancora dominante durante la sua epoca. Cartesio aveva basato la sua gnoseologia sul criterio dell’evidenza, dell’idea chiara e distinta. Il modello di conoscenza sulle quali tutte le altre discipline avrebbero dovuto riformarsi era quello della geometria. Di conseguenza “tutto quel sapere non ancora ridotto o non riconducibile a percezione chiara e distinta e a deduzione geometrica, perdeva ai suoi occhi valore e importanza”, tale era la storia, l’osservazione della natura non matematizzata, la saggezza pratica e l’eloquenza, nonché “la poesia, che offre immagini fantastiche”. Continue reading “Nel 2018 trecentocinquant’anni dalla nascita di Giambattista Vico – II mito in Gian Battista Vico”

L’esasperatismo: Logos&Bidone

di Cristina Deliso, C.Gily Reda
Tesina del 2010

Adolfo Giuliani - Foto recente alla libreria Pironti
Adolfo Giuliani – Foto recente alla libreria Pironti

“Il Bidone contenitore della vita e della terra, metafora delle sofferenze con le sue ammaccature… da oggi anche come contenitore per antonomasia del pensiero umano nel suo lungo percorso fino ai nostri giorni.” (A. Giuliani)

Così Adolfo Giuliani definisce il simbolo da lui ideato nel Maggio del 2000, simbolo di un’umanità sofferente, il Bidone appunto, per il movimento intitolato esasperatismo. Un termine non ancora esistente, entrato ora nel vocabolario italiano nella Treccani…

GF Tesi Deliso, Gily L’esasperatismo, Logos&Bidone