Categoria: Mondo ambiente

Vivere a spreco zero: i FoodPriders e buone pratiche di economia civile

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Dal Rapporto Waste Watcher 2019 realizzato nell’ambito del progetto “60 Sei Zero” del Dipartimento di  Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università di Bologna insieme al Ministero dell’Ambiente e della campagna “Spreco Zero” di Last Minute Market, è emerso, fra l’altro, che in Italia 15 miliardi di euro di cibo finiscono in pattumiera, per cui lo spreco alimentare in Italia vale lo 0,88 del Pil. Il dato comprende i dati aggregati di produzione e distribuzione, e quello domestico che rappresenta ben 11,8 miliardi. Ciò significa che i 4/5 dello spreco alimentare complessivo italiano dipendono da quanto cibo fresco e non ciascuno di noi getta in pattumiera spesso senza nemmeno aver aperto le confezioni dei prodotti. Anche fuori casa, se mangiamo al ristorante pochi di noi (solo un italiano su tre) ci preoccupiamo di chiedere al ristoratore un contenitore (la cosiddetta doggy bag) per trasportare a casa il cibo rimasto nel piatto…

Spreco Zero: un obiettivo sociale, ambientale ed economico

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Oltre venti anni fa, nel 1998, un docente di Agraria di Bologna, Antonio Segré, insieme ai suoi studenti diede vita all’iniziativa Last Minute Market, frutto di uno studio in progress sullo spreco alimentare maturato nella grande distribuzione per l’invenduto in scadenza…

Antropocene – L’epoca umana

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Vasta eco ha destato la proiezione di quest’autunno nelle sale cinematografiche italiane del docufilm Antropocene – L’epoca umana frutto della collaborazione  tra il noto fotografo Edward Burtynsky e i registi pluripremiati, moglie e marito, Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier. La bravura dei tre artisti rende la trattazione di tematiche di carattere scientifico comprensibili al grande pubblico che viene facilmente sensibilizzato al problema dell’emergenza climatica e alla necessità di evitare l’apartheid climatico che potrebbe colpire le popolazioni dei paesi più poveri,  nonostante e forse è meglio dire per il paradosso di essere quelli più ricchi di risorse naturali…

W MA Antropocene – L’epoca umana

Antropocene o Capitalocene? Meglio l’Ecologia Politica

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Nonostante il grande successo del docufilm Antropocene – L’epoca umana, c’è un corposo numero di studiosi che, in rapporto all’obiettivo di riduzione del riscaldamento globale e di contrasto ai cambiamenti climatici, considera pericoloso soffermarsi sull’Antropocene, visto come l’effetto dell’impatto dell’Uomo considerato in maniera generalizzata e astratta, sulla Natura intesa bucolicamente come un ambito incontaminato…

W MA Antropocene o Capitalocene

La svolta ecologista del Parlamento Europeo in vista della COP25 di Madrid

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Siamo ormai prossimi alla COP25, la Conferenza delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici, trasferita a Madrid dal 2 dicembre al 13 dicembre, dopo la rinuncia del Cile dichiaratosi incapace di garantire il regolare svolgimento dell’evento per le ondate di proteste che stanno attraversando il paese…

W Savarese La svolta ecologista del Parlamento Europeo in vista della COP25 di Madrid

Verso un Umanesimo Ambientale: l’ecologia come scienza umana

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Le difficoltà a mettere in atto strategie efficaci di contrasto ai cambiamenti climatici sono anche da ricercarsi nella crisi della rappresentanza, nelle maggioranze fluttuanti dei governi a tutti i livelli istituzionali, determinate anche dalla difficoltà di chi amministra di comprendere fino in fondo il sentire dell’elettorato…

W Savarese Verso un Umanesimo Ambientale – l’ecologia come scienza umana

Venezia tra emergenza climatica e turistificazione

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Selfie nella Piazza San Marco allagata, turisti che nuotano nell’acqua alta o camminano sorridenti sulle passerelle trascinando i loro trolley in attesa di accedere agli alberghi o ai B&B.
Immagini che fanno da contraltare alle scene di disperazione dei commercianti, esercenti, gestori di musei e di beni culturali, cittadini veneziani che cercano di salvare il possibile, cominciando a stimare i danni subiti e il modo per porvi riparo.
Immagini  che pongono interrogativi, anche preoccupanti,  sull’identità di Venezia e degli stessi veneziani…

W Savarese Venezia tra emergenza climatica e turistificazione

Emergenza Venezia. Tutta colpa dei mutamenti climatici?

di Anna Savarese, Architetto di Legambiente Campania

Le immagini di Venezia sommersa dall’acqua hanno sconvolto il mondo intero. Ogni negazionismo sugli effetti devastanti dei cambiamenti climatici ha lasciato il passo all’attonita visione dei cortili dei palazzi allagati, di piazza San Marco divenuta navigabile, di chiese e monumenti messi in pericolo  dall’acqua salmastra della laguna che si è sollevata di quasi due metri. Pioggia e vento hanno attraversato calli e campi e purtroppo sull’isola di Pellestrina un anziano è morto a causa di un corto circuito provocato dall’acqua entrata in casa…

W Savarese Emergenza Venezia. Tutta colpa dei mutamenti climatici