Tag: Massimo Luongo

Chiamate presto Frida

di Massimo Luongo

“CHI NON HA AVUTO UN CANE NON SA COSA SIGNIFICHI ESSERE AMATO” 

Arthur Schopenhauer

Certo capiterà che non mi troverete,

quando sarà così, chiamate presto Frida,

la cagnolina che “mi ha adottato”

e poi cercatemi nel punto più profondo

della melanconia sognante nei suoi occhi;

 

Ma se nemmeno là potrò mostrarmi,

provate a veder bene l’angolo su in cima

a quelle orecchie buffe da morire

che proprio non riescono a star dritte

e mollemente, pigre, si piegano in avanti;

 

Se dopo questo, ancora risultassi assente

fissate il centro della sua testa bionda,

c’è un cuoricino bianco come il latte:

è il punto in cui mi sono perso in lei

dal primo giorno, quando le giurai l’amore.

W Luongo Chiamate presto Frida

Il viale delle suggestioni

di Massimo Luongo

Ho imboccato l’ultima curva

che porta sul viale delle suggestioni;

l’ho percorso come un enigma,

che non garantisce risposte.

Mi sono calato nelle vesti

di un ladro sprovveduto,

incapace di scassinare porte

e ho venduto il resto dell’anima

al dottor “So tutto io”;

mi ha pagato la metà del giusto,

era il biglietto per assistere

alla proiezione di uno strano film.

Ho visto cuori disfatti ricomporsi

e anime vive ricongiungersi

fino a raggiungere potenze

simili a fusioni nucleari;

angeli e satiri di bosco

governare l’impeto anarchico 

di due cavalli maremmani,

portavano una carrozza di fuoco

dagli abissi profondi verso il cielo

per violarne l’innocenza.

Un flusso di sangue insano

ha rischiato di accecarmi,

ma il sorriso delicato di una madre

che aspettava il ritorno del figlio

ha trasformato l’emorragia

di quest’anima malconcia

in canto, musica e poesia.

Ho messo alla porta il tempo,

mi ha travolto una potenza,

era il richiamo, la presenza di Dio;

gli ho chiesto tre semplici cose:

un’ora di riposo per ritrovarmi

un bicchiere di vita per ubriacarmi

e una pagina bianca, profetica, velenosa

da riempire d’amore, solitudini e visioni.

W Luogo Il viale delle suggestioni